RSS
cucina-statunitense

Ricetta Brownies

Ricetta Brownies

BrowniesPer gli amanti del cioccolato, ma soprattutto per chi non ha problemi di dieta, vi presentiamo oggi un dolce americano, ormai famoso in tutto il mondo: i brownies: talmente famoso che anche le catene di ristorazione autostradale in Italia lo inseriscono nel loro menù! Che cosa sono? Semplicissimo. Sono dei “cubi” di cioccolato a pasta densa piatti e cotti al forno. A volte possono essere presentati anche con altre forme e possono essere arricchiti con noci, crema di formaggio (tipo Philadelphia), glassa e persino gocce di cioccolato. Sono generalmente serviti con gelato, panna montata e gustati con una buona tazza di latte o di caffè.

La prima ricetta dei brownies apparve nel 1906 sul The Boston Cooking School Cook Book, ma rispetto all’attuale era ancora molto soffice e leggera. La seconda ricetta è apparsa un anno dopo su un altro libro di cucina in versione più strong: uno uovo in più e un bel pezzo di cioccolato fondente extra. Le ricette definite “originali” appaiono anche in tanti altri libri, una ha però una storia curiosa alle spalle: secondo il Betty Crocker Backing Classic l’inventrice di questo dolce fu Mildred Schrumpf, pessima cuoca, che servì ad una cena una “torta collassata”, molto simile ai brownies.

Il nome “brownie” fa la sua comparsa nel 1886, ma per indicare una torta di melassa, che poco c’entra con la ricetta attuale.

Vediamo quindi la ricetta di questo famoso dolce americano:

Ingredienti

– 250 gr zucchero di canna
– 3 uova
– 350 gr cioccolato fondente
– 250 gr burro
– 40 gr di farina
– ½ bustina lievito per dolci

Sbattere, anche con una frusta elettrica, le uova e lo zucchero di canna, fino a che le prime non diventano più chiare e fanno una piccola schiuma in superficie. A parte, a bagno maria, sciogliere il burro e il cioccolato fondente che, una volta completamente liquefatto, va aggiunto all’impasto di uova e zucchero. Mescolare energicamente per qualche minuto e poi aggiungere la farina e il lievito. Infornare a 180 gradi per almeno 20 minuti, possibilmente in una teglia quadrata (i cubi sono così più facili da fare).
Lasciar riposare per almeno una notte e tagliare a cubi il dolce.

Consiglio: appena tolto dal forno, il dolce risulterà ancora molto morbido. Questo perché contiene poca farina; per tagliarlo a cubi quindi è consigliabile aspettare almeno una notte e servirsi di una spatola quando, una volta tagliati, vengono adagiati su un piatto da portata.

Non esagerare poi con il lievito…non si devono assolutamente gonfiare i brownies!

fonte: Wikipedia
immagine: olya

Commenta la ricetta